Materiali naturali: la corteccia

La corteccia è il tessuto esterno di un albero. Quella di betulla è morbida, elastica e anche impermeabile, quindi perfetta per lavorazione a mano con lo scopo di creare capi di abbigliamento, cestini, foderi per coltelli e addirittura per costruire tetti, fra altre cose. Viene raccolta a giugno quando si stacca abbastanza facilmente dal tronco dell’albero se la si taglia con un coltello ma usando acqua bollente la si può staccare anche in pieno inverno.

Io uso la corteccia per fare non solo oggetti decorativi ma anche quelli d’uso. Nella foto sotto vedete una pallina intrecciata di corteccia che, con una pietra dentro, veniva usata come peso per i reti dei pescatori già nell’Età della Pietra:

Jpeg

 

I cacciatori che si avventurano nelle foreste finlandesi senza fine spesso hanno sete e vogliono bere direttamente dal fiume. Usano ancora oggi la tecnica che vi presento sotto per fare una tazza di corteccia (betulla).  Hai bisogno di un coltello, un pezzo di corteccia e un rametto non troppo secco.

1. Devi trovare un pezzo di corteccia senza nodi dei rametti e senza altri buchi, delle dimensioni di circa 10×10 cm, o anche più grande, se possibile.

Jpeg

 

2. Usa il coltello per tagliare un disco e le unghie per togliere gli strati sporchi su tutti e due i lati. Il disco pulito dovrebbe essere come qui:

Jpeg

 

3. Piega il disco in due facendo sì che il lato più chiaro rimanga dentro. Poi, gira il disco 90 gradi a destra (o sinistra, se preferisci) e piegalo un’altra volta. Come risultato, hai un disco con quattro “lati”:

Jpeg

 

4. Piega uno di questi quattro lati in modo tale che una metà si piega sopra l’altra:

Jpeg

 

5. Usa il coltello per fare un taglio di 2-3 cm in mezzo al fondo del rametto, nella direzione in cui si allargano i fibri dentro. Non torcere troppo, il taglio dev’essere molto stretto:

Jpeg

 

6. Poi inserisci il lato piegato in due del disco di corteccia dentro il taglio che lo tiene stretto. Ecco la tazza che uso per prendere acqua dal lago gelato accanto a casa mia:

Jpeg

 

Tempo impiegato: circa un minuto.

 

Il ritidoma della betulla, detto anche scorza, è un materiale che prende la scintilla molto facilmente e nei vecchi tempi veniva dunque usato per accendere il fuoco (guarda il video qui: https://naturafinlandese.wordpress.com/2013/11/25/come-si-faceva-fuoco-mille-anni-fa-video/).

Advertisements

Write a comment!

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s